Motosega elettrica con impugnatura ergonomica: migliori prodotti di Ottobre 2020, prezzi, recensioni

Negli ultimi anni le motoseghe elettriche occupano un posto privilegiato all’interno del settore, diventando un ottimo competitore della motosega a benzina. Quest’ultima è presente in commercio da molto più tempo rispetto all’innovativa elettrosega, e questo fattore le ha permesso fino ad ora di acquisire una clientela molto ampia. Tuttavia, sempre più persone riconoscono nella motosega elettrica un’affidabilità, un’efficacia e una praticità che la rendono estremamente capace di eguagliare la classica motosega.

Come spiegheremo in questo articolo, l’elettrosega può essere impiegata per numerose attività, da quelle boschive al giardinaggio, a vari lavori hobbistici. I numerosi vantaggi che illustreremo, fanno della motosega elettrica uno strumento di grande apprezzabilità. Sul mercato sono disponibili moltissimi modelli diversi. La scelta avviene in base al tipo di uso che se ne intende fare, in base alla potenza e alla qualità del materiale con cui il modello di elettrosega viene realizzato. In particolar modo, all’interno della guida intendiamo fornirvi tutte le informazioni necessarie sulla motosega elettrica dotata di impugnatura ergonomica. Approfondiremo nel dettaglio quali sono i punti di forza di questa specifica tipologia di strumento, in quali casi va acquistato e, infine, analizzeremo le caratteristiche dei migliori prodotti in commercio.

 

Quali sono i vantaggi della motosega elettrica?

L’elettrosega è uno strumento che soltanto di recente, grazie ai vantaggi che include, si sta affermando come valido strumento di lavoro.

Il primo vantaggio rispetto alla motosega a benzina consiste nell’assenza della preparazione di una miscela ad olio e benzina: questo fattore determina, oltre che un risparmio economico, anche un risparmio di tempo. Basterà, infatti, inserire la presa del cavo ad una fonte di corrente elettrica per iniziare ad usare il dispositivo.

Un altro vantaggio della motosega elettrica risiede nella sua leggerezza. Essa è dovuta alla mancanza del serbatoio della benzina. Inoltre, se è dotata di sistema anti-contraccolpo, la motosega elettrica permette di utilizzare in maniera più confortevole lo strumento durante il taglio. Ma non è tutto: l’elettrosega si rivela più pratica e comoda rispetto alla motosega a benzina anche per il metodo di avvio: se per la seconda è necessario tirare una corda (o qualcosa di simile) per avviarla, per la prima è necessario soltanto spingere un bottone di avviamento. Infine, la motosega elettrica, a differenza di quella a benzina, ha un sistema di alimentazione che si potrebbe definire “infinito”. Questo è un aspetto che la rende più affidabile e longeva, garantendo una continuità al lavoro.

Perché comprare una motosega elettrica?

La motosega elettrica può tornare estremamente utile per alcuni tipi di lavoro. Prima di iniziare a valutare i vari modelli disponibili, è bene tenere in considerazione le proprie esigenze, e in base a quelle regolarsi sul tipo di elettrosega che fa al caso proprio. Se l’elettrosega dovrà essere utilizzata esclusivamente per lavori domestici (come ad esempio il taglio di piante e rami) basterà acquistare un modello dalla potenza moderata per raggiungere i propri obiettivi. Se invece lo strumento verrà usato per lavori più importanti, come il taglio della legna, sarà necessaria una potenza decisamente maggiore per assicurarsi un taglio netto e preciso. Una ragione valida per l’acquisto e l’uso di una motosega elettrica consiste in un minore sforzo fisico impiegato.

In ogni caso, è sempre bene evitare la scelta di prodotti di scarsa qualità e che non offrano alcuna garanzia. E’ necessario, invece, puntare su modelli di elettroseghe che hanno una garanzia a lunga scadenza e che consentano di reperire senza difficoltà eventuali pezzi di ricambio.

Infine, una ragione alternativa che può portare alla decisione di acquistare una motosega elettrica è la decisione di sostituire la vecchia motosega a benzina per i numerosi vantaggi di cui si può usufruire.

A cosa serve l’impugnatura ergonomica?

Oltre alla potenza, all’affilatura delle lame, alla leggerezza, un’altra utile qualità che può includere una elettrosega è l’impugnatura ergonomica. Essa può essere realizzata in gomma o in altro materiale simile. Questa tipologia di impugnatura rende, intanto, più sicuro lo strumento durante l’utilizzo: permette di avere un maggiore controllo su un dispositivo altamente pericoloso, quale è la motosega elettrica. Anche con una potenza molto alta, l’impugnatura ergonomica assicura una piena padronanza del dispositivo.

In secondo luogo, l’impugnatura ergonomica contribuisce a rendere più leggero lo strumento. L’impugnatura ergonomica è necessaria per ottimizzare il lavoro consentendo una presa agevole uno sforzo fisico ridotto. Con l’impugnatura ergonomica, è dunque più facile e comodo lavorare con l’elettrosega. In questo modo, sarà possibile dedicarsi al giardinaggio anche per diverse ore di fila senza stancarsi.

L’impugnatura ergonomica si presta per tagli in totale sicurezza, sia di tipo orizzontale che verticale. L’ergonomia migliora anche la trasportabilità, ed è un fattore essenziale da ricercare in un modello di motosega elettrica, soprattutto se si è al primo approccio.

Infine, se la motosega elettrica viene utilizzata per lavori hobbistici, l’impugnatura ergonomica garantisce una maggiore precisione di taglio e di conseguenza permette di ottenere un risultato migliore rispetto ai prodotti che ne sono sprovvisti.

Caratteristiche dei migliori prodotti

Scegliere un modello di elettrosega con impugnatura ergonomica adatto alle proprie esigenze può essere difficile, soprattutto per chi non ha una conoscenza approfondita del settore e di ciò che offre. Per questo può tornare utile informarsi sulle peculiarità che rendono una motosega elettrica un buon prodotto. Oltre all’impugnatura ergonomica, la caratteristica che si può riscontrare nella maggior parte delle migliori elettroseghe è il sistema anti-contraccolpo. In secondo luogo, è importante anche la potenza: vi sono elettroseghe in grado di raggiungere anche 1800 Watt.

Anche il design, inoltre, ha la sua importanza. Il prodotto dev’essere strutturalmente progettato per la maggiore riduzione possibile delle vibrazioni durante l’utilizzo.

Pure la silenziosità dello strumento è una qualità molto apprezzata e rende più confortevole il lavoro boschivo o di giardinaggio. I migliori articoli, poi, devono essere realizzati per essere montati facilmente. Molto importante è anche il materiale di realizzazione della lama: da questo dipende, per lo più, l’efficacia complessiva dell’elettrosega. Un’elettrosega di buona qualità deve avere una lama molto tagliente capace di una recisione precisa. Infine, un buon prodotto permette di lavorare nella più totale sicurezza, grazie a sistemi come il freno meccanico.


Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Migliore Motosega elettrica