Quali caratteristiche deve avere una buona motosega elettrica?

Diventate negli ultimi anni uno strumento indispensabile per chi si occupa di giardinaggio ed attività di tipo boschivo, le motoseghe elettriche (definite anche elettroseghe) sono presenti sul mercato in una grande varietà di modelli. Questi utili attrezzi, ovviamente non sono di recente invenzione ma grazie alla presenza di un nutrito gruppo di veri appassionati, stanno conoscendo una diffusione sempre maggiore.

Chi è sempre stato abituato all’utilizzo della classica motosega a benzina, ha la normale tendenza ad essere scettico sulle potenzialità delle motoseghe elettriche. Probabilmente ciò accade dal momento che la motosega a benzina, con le sue ottime qualità, ha dominato il mercato per molto più tempo. Ma i commenti positivi che aumentano esponenzialmente riconoscono l’elettrosega come un accessorio perfettamente capace di garantire prestazioni uguali a quelle del suo antenato a benzina. Uno dei punti di forza della motosega elettrica consiste nel non richiedere la miscela di olio e benzina tipico di ogni tradizionale motosega. Come vedremo, la motosega richiede una costante manutenzione per la conservazione della sua efficienza.

Le motoseghe elettriche presentano numerosi vantaggi di cui parleremo in questa guida. Le migliori elettroseghe sono dotate di caratteristiche specifiche che le rende particolarmente performanti ed efficienti. Come possiamo individuare una buona motosega elettrica e in base a quali caratteristiche possiamo definirla tale? Scopriamolo insieme.

 

Come scegliere una motosega elettrica?

La motosega elettrica si adatta a diversi tipi di utilizzo. Prima di stabilire quale modello fa al caso proprio, bisogna avere ben chiare le necessità cui questo attrezzo deve rispondere. Se l’uso dell’elettrosega è di tipo domestico e deve essere impiegata all’interno del giardino di casa, sarà sufficiente una potenza tra 1,5 e 2 kW.

Se le esigenze personali risultano maggiormente ambiziose, allora è necessario l’acquisto di una motosega elettrica più adeguata e di più alta qualità, dotata di una maggiore potenza.

Prima di scegliere la motosega elettrica più adatta alle proprie esigenze è necessario approfondire la conoscenza delle caratteristiche che la rendono di ottima qualità. La scelta dello strumento è strettamente legata all’uso che se ne fa e alle piante sulla quale esso andrà adoperato. Il consiglio che vi forniamo è quello di effettuare un acquisto intelligente, evitando di comprare prodotti di tipo professionale solo per tagliare, ad esempio, legna di piccole dimensioni.

Inoltre, anche il rapporto qualità/prezzo è importante. L’ideale è informarsi sul prodotto che si sta valutando, anche leggendo e ascoltando i pareri di chi l’ha già acquistato. Potrebbe capitare che una elettrosega dal prezzo conveniente non si adatti bene a ciò che in realtà vi serve.

Se, in ogni caso, si vuole andare sul sicuro e si desidera accedere alla valutazione di attrezzi buoni, affidabili e longevi nel tempo, è necessario prestare attenzione a determinati parametri di cui parliamo nel dettaglio nel paragrafo seguente.

Caratteristiche delle migliori motoseghe elettriche

Le motoseghe elettriche di buona qualità devono possedere determinate caratteristiche per garantire prestazioni altamente soddisfacenti. Qui facciamo accenno ad alcune di esse:

  • La potenza. Le migliori motoseghe elettriche possono raggiungere 2000 Watt
  • La leggerezza. Anche il peso del materiale conta. Questa caratteristica agevola l’utilizzo dell’attrezzo, rendendolo più maneggevole e sicuro. Un’elettrosega pesante sarà sicuramente più faticosa da reggere ed utilizzare
  • Velocità di rotazione. Più questa è maggiore, più rapidamente permette di tagliare tronchi e rami di qualsiasi spessore
  • Avviamento lento e doppio isolamento. Sono parametri che contribuiscono alla sicurezza dell’utensile. Se l’elettrosega è dotata di un doppio isolamento, può essere utilizzata anche con delle prese di corrente sprovviste della messa a terra.
  • Il serbatoio. Esso deve avere una buona capienza, ed è ancora meglio se dotato di una spia che indichi il momento in cui è necessario riboccare l’olio per lubrificare lo strumento

Infine, indichiamo i vantaggi che include la motosega elettrica spiegando l’importanza della manutenzione.

Vantaggi e manutenzione

La motosega elettrica è un validissimo attrezzo da lavoro che si adegua ad ogni attività, dal taglio della legna per il caminetto alla potatura delle piante da giardino. Il vantaggio primario consiste nella velocizzazione di questi lavori rispetto all’uso di altri utensili. Un altro beneficio è la semplicità d’uso: è comodo e intuitivo da usare e non richiede specifiche conoscenze. Non è necessario essere dei professionisti per usare e mantenere in buone condizioni una motosega elettrica.

Inoltre, per poter mantenere l’attrezzo da lavoro sempre in condizioni ottimali e custodirlo al meglio, l’elettrosega va sottoposta ad una corretta procedura di manutenzione. Se quest’ultima non viene effettuata con la giusta frequenza, il rischio è quello di compromettere l’efficacia dello strumento, e ripararlo potrebbe comportare costi molto di più elevati rispetto a quelli di pulizia.

Per questo e per molti altri motivi è importante la manutenzione della elettrosega sia prima che dopo ciascun utilizzo, controllando ogni componente. Nel caso in cui si ritenga necessario il ricambio di alcuni pezzi, è bene affidarsi al proprio produttore ed evitare di acquistare elementi di scarsa qualità o già usati.


Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Migliore Motosega elettrica